Gite  Resoconti  Login ?

Piz Platta 3391 m - Grigioni

Gita alternativa al Piz Platta. Il sole primaverile si è mangiato la neve sui pendii a ridosso del fondo valle. Poco male, gita alternativa sull'altro versante concatendo Tscheischorn e Cima di Camutsch con bella passeggiata in cresta. Grazie a Pierre anche per l'ottima organizzazione anche per chi ha optato per il pernottamento in valle per evitare la sveglia presto (molto presto) di domenica mattina.   Storia from Anna C'era una volta un sabato pomeriggio molto caldo, così siamo saliti con le macchine ad Ausserferrera nella valle di Avers dove la temperatura era già molto meglio. Man mano sono arrivati tutti che non avevano voglia di alzarsi prestissimo domenica mattina, ognuno con un altro ingrediente per la cena. Grazie alle nostre cuoche abbiamo mangiato bene e dopo alcune chiacchierate siamo andati a letto. Perché la mattina ci siamo svegliati dopo una notte con diversi russatori alle 4.30, sembra presto ma è tardi in confronto agli altri che si sono trovati alle 4.00 a Manno. Una colazione veloce (purtroppo senza treccia fatta con magnesia) e partenza stressante erano l'inizio di una bella giornata. Trovato i mattinieri a Juppa eravamo pronti a partire con le pelli verso il Tscheischhorn. Con il passo veloce del Pierre e alcuni scherzi il tempo volava e già ci toccava a mettere i ramponi per l'ultimo pezzetto. In cima ci aspettava una bella vista e ormai abbiamo anche ricevuto la conferma di aver fatto bene a cambiare il giro, i pendii esposti verso sud erano verdi e la cima del Piz Platta l'unica nella nebbia. Senza rischiare niente siamo scesi con gli sci verso la cresta che ci potrebbe portare sulla Cima di Camutsch. Con la scelta tra diversi percorsi e più di una possibilità alla fine non ha vinto la democrazia ma la parola del Nadir, abbiamo messo di nuovo i ramponi e siamo saliti in cima. Durante la discesa girava sempre un po' l'idea di una ripellata perché avevamo ancora una centinaia di metri di dislivello a disposizione visto che ci siamo preparati tutti per una salita più lunga sul Piz Platta. Purtroppo non siamo riusciti a convincere un monitore ad accompagnarci e con una qualità di neve variabile siamo scesi tutti insieme a valle. I veri uomini hanno fatto una bella passeggiata a Juppa per recuperare le macchine. Dopo aver sfruttato le terrazze aperte dei ristoranti siamo tornati a casa con tanta voglia di riprovare la salita al Piz Platta l'anno prossimo.